Estrattore di succo: come funziona? 5 motivi per averlo

Estrattore di succo: come funziona? 5 motivi per averlo

Pubblicato il 05 gennaio 2018 in Articoli per la casa

Vi spieghiamo come funziona un estrattore di succo e vi diamo 5 motivi per averlo in casa.

Dopo periodi di festa o vacanze, in cui ci si lascia andare volentieri ai piaceri della gola, arriva il momento in cui si cerca di “rimettersi in riga”. Tra i vari strumenti che si possono utilizzare per avere uno stile di vita più sano c’è l’estrattore di succo. Infatti, se utilizzato correttamente, l’estrattore si rivela prezioso per chi vuole affrontare la vita in maniera più salutare. Logicamente non dovrà essere l’unico strumento, ma dovrà essere unito ad altri fattori per cambiare la vita in meglio, come un sano esercizio fisico.

In questo articolo vogliamo spiegare come funziona il meccanismo che muove l’estrattore di succo, e perché sarebbe importante avere uno in casa.

Come funziona un estrattore di succo?

Molti tendono a confondere l’estrattore con la centrifuga: sebbene abbiano funzioni simili, sono due piccoli elettrodomestici molto diversi tra loro e differenti anche da frullatori e robot da cucina.

Come dice il nome stesso, l’estrattore di succo estrae solo il succo da frutta e verdura. Il processo di estrazione avviene a freddo, in questo modo si conservano tutte le sostanze nutritive, generando un succo più buono e più salutare ovviamente. Grazie alla coclea (una vita senza fine) gli ingredienti vengono spremuti e non sminuzzati: basta inserirli nella bocca, anche senza sbucciarli se l’estrattore lo permette. Il risultato sarà un succo gustoso ed estremamente nutriente.  

Estrattore di succo
Estrattore di succo

Al contrario la centrifuga è dotata di lame che sminuzzano frutta e verdura e in più effettua un elevato numero di giri: di solito si parla di 7000/18.000 giri al minuto contro i meno di 100 dell’estrattore. Cosa significano questi numeri? In sostanza: il numero dei giri è meglio che sia basso, così si mantengono tutte le proprietà nutritive.  Se la velocità dei giri è alta, la frutta si surriscalda, di conseguenza anche il succo, generando calore. In questo modi si favorisce il processo di ossidazione del succo, che distrugge parte degli enzimi vivi.

In ultimo non bisogna dimenticare il fattore “scarti”. Con la centrifuga si ottengono scarti umidi e abbastanza copiosi, proprio dovuto al fatto che il succo non viene filtrato in maniera ottimale. Anche l’estrattore produce scarti, ma in misura minore e molto secchi. In ogni caso non bisogna preoccuparsi troppo di questo fattore: con gli scarti di estrattori e centrifughe si possono fare tantissime cose!

In sostanza, se si sta cercando lo strumento migliore per ottenere succhi di frutta la soluzione ideale è l’estrattore di succo. La differenza principale con una centrifuga risiede nel prezzo: una centrifuga si può trovare anche a meno di 100€, non è così per un buon estrattore che dal punto di vista economico è più impegnativo.

5 motivi per usare l’estrattore

Dopo aver visto come funziona un estrattore, ecco come e perché utilizzarlo:

  1. Verdure. Se si crea un estratto di verdure sarà come mangiare verdure crude. In questo modo la verdura mantiene tutte le sue proprietà nutritive inalterate, tra cui gli enzimi. Infatti, quando si cuociono le verdure molti enzimi non sono più presenti: vengono persi.  
  2. Conservazione fino a 48h. I succhi generati possono essere conservati fino a 48h in frigorifero. In questo modo si possono preparare le bevande per il giorno dopo, da portare in ufficio o a scuola, senza problemi.
  3. Separazione succo e polpa. Un buon estrattore di succo spreme il frutto/verdura fino ad ottenere una separazione quasi perfetta di succo e polpa, evitando così residui sgradevoli nel succo, un fattore da considerare per chi ha a che fare con bambini! L’estrattore estrae fino al 30% in più di succo.
  4. Ideale per chi ha bambini in casa. I succhi, oltre ad essere nutrienti, hanno un aspetto molto gradevole. In questo modo i bambini assumono tutta la “frutta e verdura” di cui hanno bisogno per crescere. Ovviamente anche gli adulti sono più invogliati ad assumere frutta e verdura.  Si possono usare anche più di 2 ingredienti per volta.
  5. Silenzio. Gli estrattori più avanzati tecnologicamente sono davvero silenziosi e consumano pochi watt.

Estrattore di succo. Come funziona ?

Quando comprare o regalare un estrattore?

L’estrattore è uno strumento prezioso e molto utile per chi ha intenzione di iniziare ad avere uno stile di vita più sano.

Come si diceva prima, il prezzo può sembrare elevato, tuttavia si tratta di uno strumento in grado di generare succhi di frutta davvero nutrienti e salutari. Senza dubbio è uno strumento utile per chi ha intenzione di usarlo nel lungo periodo, solo in questo modo il costo verrà ammortizzato. Si rivela invece indispensabile per chi già segue un certo stile di vita: solo con un estrattore si sarà davvero certi del succo che beviamo.

È uno strumento che solitamente o si compra per sé, per uno stile di vita più salutare, o che viene regalato. Generalmente è un regalo che si può fare a una coppia: per il matrimonio, per la casa nuova o semplicemente per un cambio di stile di vita. Certo, prima si dovrà valutare se è il regalo giusto per quel tipo di coppia. Se si ama la vita all’aria aperta, se c’è una certa attenzione alla frutta e verdura biologica e agli alimenti fatti in casa allora sì: si può esser certi che l’estrattore sarà un regalo davvero apprezzato. 

Come funziona estrattore di succo
Estrattori di succo!

 

 

 

Torna su